Direzione Aziendale  INFORMAZIONI: COME FARE PER...
 Direzione Generale
 Direzione Amministrativa
 Direzione Sanitaria

Link
Assistenza Integrativa

Alcune categorie di cittadini che si trovano in particolari situazioni di svantaggio possono ricorrere a forme di assistenza sanitaria integrativa rispetto all'assistenza farmaceutica e/o specialistica.
Tale forma di assistenza integrativa consiste nella possibilità, per gli aventi diritto, di avere autorizzata dall'ASP la fornitura di presidi sanitari, protesici, diagnostici e prodotti per l'integrazione dietetica.

CHI NE HA DIRITTO
Hanno diritto a tale forma di assistenza integrativa, in relazione alle menomazioni o disabilità invalidanti, le seguenti categorie di cittadini:

  • soggetti affetti da patologie a cui lo specialista di struttura pubblica prescrive la fornitura dei presidi idonei al monitoraggio della patologia stessa
  • gli invalidi civili, di guerra, per servizio, sul lavoro, i privi della vista ed i sordomuti indicati nella Legge 482/68
  • i minori di 18 anni che necessitano di interventi di prevenzione, cura e riabilitazione di un'invalidità permanente istanti in attesa di riconoscimento della invalidità le cui particolari condizioni di salute non consentono di rimandare la fornitura all'avvenuto accertamento da parte della Commissione invalidi

Modalità di attivazione

Per ottenere l'autorizzazione alla fornitura il medico di base formula la richiesta di visita specialistica, su ricetta del SSN, indicando la patologia invalidante.
L'assistito, munito di tale richiesta e di copia dell'istanza presentata per l'accertamento di invalidità, dovrà sottoporsi a visita specialistica presso l'ambulatorio dell'ASP, nel corso della quale lo specialista determinerà tipologia e quantitativo di presidi, ausili e prodotti dietetici.
Il medico dell'ASP compila l'apposito modulo per la fornitura e indica la denominazione e il codice identificativo dei prodotti di cui riconosce la necessità.
L'autorizzazione al ritiro di quanto di quanto prescritto dallo specialista si ottiene recandosi presso l'Ufficio di Medicina di Base del Distretto di appartenenza.

Dispensazione dei prodotti

Per quanto riguarda la fornitura, ottenuta l'autorizzazione da parte dell'Ufficio di Medicina di Base competente per Distretto, il cittadino potrà rivolgersi alle Farmacie aziendali, alle farmacie private convenzionate, ai fornitori autorizzati.
Nel caso di assistenza protesica, ottenuto il prodotto dal fabbricante, l'assistito è tenuto a farlo collaudare dallo stesso specialista che ne ha autorizzato la fornitura.
Tale fase di collaudo, da effettuarsi entro venti giorni dalla consegna del prodotto, accerta la rispondenza del dispositivo alle indicazioni, sanitarie e tecniche, formulate dallo specialista che lo ha prescritto.
L'ASP non autorizza la fornitura di nuovi dispositivi (presidi/ausili) ai propri assistiti prima che sia trascorso il tempo minimo di rinnovo previsto dalla vigente normativa.



AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI PALERMO - P.IVA
05841760829